Una guerra infinita.

Oggi pubblico delle foto che mi toccano particolarmente, che mi fanno ragionare e spero facciano ragionare anche voi.
Spesso diamo un po’ tutto per scontato,ci godiamo la vita, usciamo,ci divertiamo, abbiamo tutto ciò che vogliamo.
Ma non tutti purtroppo hanno questa fortuna.
Mi duole il cuore a vedere queste immagini,immagini di uno stato distrutto da 7 anni di guerra. Intere città distrutte.
Una città che ho potuto ammirare  con i miei occhi,dove risiedono i ricordi più belli della mia infanzia, e forse della mia vita intera. Il posto dove risiede una parte del mio cuore,la mia famiglia,la mia casa.
Una città che mi ha dato tanto, una città che prima del 2011 ritenevo una delle più belle.
Una città devastata dalla guerra, una città che è morta. Una città che sembra che nessuno veda,nessuno ne parla.
Perché forse parlarne,significherebbe ammettere che l’umanità ha fallito.
Significherebbe ammettere di aver taciuto per troppo tempo,significherebbe ammettere di aver dato troppe cose per scontato,significherebbe avere sulla coscienza la morte di troppe persone.
Cosa racconterò a mio figlio?
Dovrò raccontare di come tutti quanti di fronte a migliaia di morti abbiano taciuto,di come la morte di migliaia di bambini fosse completamente indifferente, dovrò raccontare di come il mondo piano piano sia cresciuto in un clima di odio,di paura verso il diverso.  Dovrò parlare del perché abbiamo ripetuto errori che la storia ci ha insegnato a non commettere, dovrò raccontare di come il mondo sia cambiato,ma in peggio.
E se dovesse chiedermi cosa abbiamo fatto noi per cambiarlo, dovrò rispondere che semplicemente non abbiamo fatto nulla. Abbiamo assistito alla scena indifferenti, anzi gli dirò che forse assistere ad un film avrebbe scosso l’anima di molte più persone.
Racconterò di come mi ha fatto schifo vivere in quest’era, racconterò di quante volte mi sono scontrata con i miei coetanei  per far valere le mie idee, racconterò di quante volte sono stata presa per pazza perché troppo aperta  verso i cambiamenti,verso il nuovo,verso il diverso,verso un futuro migliore per me e per loro.
Ma racconterò anche di tutte quelle persone che come me, un cervello funzionante ancora lo hanno, e che con poco sono riusciti ad aiutare quelle persone con difficoltà, di tutti i volontari che hanno accolto i rifugiati come  fossero dei figli,dei nipoti. Racconterò di quelle persone che hanno aperto casa loro al diverso, e hanno costruito qualcosa per un futuro migliore. Per un futuro che valga la pena di essere vissuto,di un futuro,si spera senza guerre civili,senza morti,senza bambini distrutti dalle armi chimiche,di un paese libero,di un paese senza violenze.
Io spero questo per il mio futuro e per il futuro dei miei figli,nipoti e di tutti quanti.
Perché ricordiamoci che in fondo siamo tutti umani, che la nostra vita non è un punto di vista,e come  dice la canzone,non esiste nessuna bomba pacifista

Hia

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci

4 pensieri riguardo “Una guerra infinita.

  1. Mirco

    Ciao Hia,
    di recente la nostra prof di italiano ci ha dato un tema da fare sull’analfabetismo funzionale. Tra le varie considerazione che si potevano fare è sorto il gatto che la visione distorta delle cose nel mondo, da parte degli italiani, è dovuta in parte al lavoro dei mass media. Spesso, infatti, su giornali e telegiornali, viene dedicato ampio spazio a notizie relativamente irrilevanti, trascurando per intero fatti di attualità di livello globale che permetterebbero una comprensione delle vicende globali su scala più ampia. Se, come immagino ti sarà parso di vedere, le persone non sono coinvolte nelle vicende della Siria è a causa di una mancata sensibilizzazione da parte dei media riguardo all’argomento. (piccola parentesi)
    Ci sentiamo, stammi bene

    Piace a 1 persona

    1. La penso esattamente come te, si tende a parlare di notizie stupide,di gossip,piuttosto che parlare dei veri problemi che ci circondano e che meriterebbero di essere affrontati. I mass media purtroppo oggigiorno ricoprono un ruolo importante nella cosiddetta diffusione della cultura,il problema sta nel fatto che tendono a fare cultura su qualcosa di inutile. Ricambio il saluto,stammi bene😊

      Mi piace

  2. Saba

    Amoremiooo sono tanto fiera di te❤️❤️

    Mi piace

    1. Sabaaaaa💞 grazie di tutto davvero💞

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: